Home

.

Circuiti

 

ALIMENTATORE REGOLABILE DA 1,2 A 25 VOLT - 5 A

Lo schema di questo alimentatore è molto simile a quello che utilizza l'integrato LM317, descritto in altra pagina di questo sito. La stessa National produce un altro integrato, con sigla LM338, in grado di fornire in uscita una corrente massima di 5 A, e sempre con la possibilità di regolare la tensione in un'ampia gamma di valori (da 1,2 a 25 V).
La tensione da applicare in ingresso non deve essere inferiore a 28 V. Nella figura che segue è illusrato lo schema del circuito.



Come per altri circuiti presentati in questo sito, allo scopo di agevolare la realizzazione pratica a coloro che hanno poca dimestichezza con l'elettronica, nella figura che segue vengono illustrati in modo descrittivo i collegamenti da effettuare tra i vari componenti.



Al posto del raddrizzatore a ponte intero, che deve poter fornire almeno 8 A, è possibile usare 4 diodi singoli della stessa portata. Il condensatore da 4700 µF provvede al livellamento, mentre quello piccolo da 0,1 µF, in parallelo, agisce sulle alte frequenze, compensando l'induttanza dell'elettrolitico. L'integrato LM338 viene fornito in due tipi: in involucro TO220 oppure in involucro TO3; occorre in entrambi i casi fare attenzione ad identificare correttamente i tre piedini: l'entrata (VIN), l'uscita (VOUT) ed il piedino di regolazione (Adj).




Per ottenere effettivamente la massima corrente con qualunque tensione di uscita è necessario impiegare un trasformatore di potenza adeguata (non inferiore a 120 VA), con tensione secondaria compresa fra 18 e 24 V.
La tensione di uscita si regola col potenziomento da 5 kΩ, che deve essere di tipo lineare; ricordate di saldare un ponticello di filo fra il terminale centrale del potenziometro ed uno dei laterali (spostando il ponticello fra il terminale di destra e quello di sinistra, la regolazione si inverte).