Home

.

Guida al Bios 1° Parte

 

Ma cos'è questo BIOS ? Ve lo spieghiamo subito. La sigla di per sé sta per BASIC INPUT / OUTPUT SYSTEM (sistema di base per l'input e l'output ) e, in poche parole, rappresenta tutte quelle istruzioni e variabili necessarie al nostro PC per avviare il sistema operativo vero e proprio e successivamente per permettere a quest' ultimo di accedere all'hardware.
Non solo però; è infatti il BIOS a comunicarci tramite dei suoni gli eventuali errori in accensione.

Il codice del BIOS è solitamente memorizzato all?interno di una FLASH memory di modo che l'operazione di aggiornamento non richieda la sostituzione fisica dello stesso chip. I parametri di configurazione del BIOS sono invece memorizzati in una memoria di tipo RAM CMOS di piccolissime dimensioni (appena 64 Kb). Essendo di tipo RAM questa memoria necessita di una continua alimentazione ottenuta, quando il pc è spento, da una batteria, detta batteria tampone, di tipo bottone da 3V installata sulla scheda madre. Tale batteria può essere rimossa e sostituita in caso di bisogno.

Di conseguenza capirete che all?esaurimento della batteria si avrà una perdita dei dati memorizzati nella memoria CMOS. Vedremo che tale "problema" si rivela molto utile nel caso di errori nella configurazione del BIOS. Onde evitare dubbi ricordate comunque che il BIOS contiene una serie di parametri di default che vengono automaticamente fissati nel caso di perdita dei dati nella CMOS.
Al momento attuale ci sono principalmente due importanti produttori di BIOS vale a dire AWARD e AMI. Questi due produttori offrono dei BIOS diversi, più o meno "settabili" anche a seconda del produttore della scheda madre. Analizzeremo quindi i settaggi più comuni nelle successive pagine di questa guida.

La fase di POST

Come abbiamo già detto, all'accensione il BIOS procede con l?analisi del sistema andando a fare anche delle verifiche sull'hardware, principalmente su CPU, memoria RAM, Hard-Disk, tastiera, scheda video e porte di comunicazione permettendo, nel caso tutto sia funzionante, l'avvio del sistema operativo da disco fisso come pure da cd o da floppy (vedremo in seguito come sia possibile impostare la locazione fisica del sistema operativo). Questa fase di controlli è detta POST (Power On Self Test).

Nell'effettuare questi controlli il BIOS ci permette di visualizzarne i risultati sullo schermo nella schermata di accensione detta appunto schermata di POST. Da questa schermata poi possiamo anche accedere alle impostazioni del BIOS per eventualmente modificarle. Per "entrare" quindi nel BIOS bisogna premere nei pochi secondi disponibile il tasto DEL ( o "CANC" ) della tastiera. Controllate comunque in basso nella schermate di POST o sul manuale della vostra scheda madre per vedere se questa prevede un altro tasto o una combinazione di tasti per effettuare tale operazione.
Ci sono alcune importanti informazioni che possiamo apprendere dalla schermata di POST e si tratta di:
Dunque l'osservazione della schermata di POST è il primo importante mezzo per capire se il nostro PC è configurato correttamente.

Subito dopo questa prima schermata ve n'è un'altra in cui sono listate in forma tabellare le componenti del nostro PC e l'occupazione delle risorse IRQ richieste da tali periferiche. La schermata appare solo per qualche secondo quindi se volete leggerla vi conviene premete il tasto PAUSA della tastiera e, quando avete finito, il tasto INVIO (ENTER).

Non vedo la schermata di POST!!

Eh si, purtroppo a volte succede e non è sempre piacevole. Cosa può essere successo?? Ci sono diversi casi possibili che possono derivare da errato settaggio dei parametri del BIOS. Per esempio potreste aver modificato la frequenza della CPU, se la vostra scheda madre lo permette, troppo oltre le specifiche. Il problema vero è che ora sullo schermo vediamo una schermata completamente nera e non ci è possibile raggiungere il BIOS per tornare alle impostazioni precedenti. Come fare allora?? Ecco che ci torna in aiuto la batteria tampone. Scollegandola per un tempo sufficiente (5 minuti sono anche troppi) avremo il completo reset del BIOS che tornerà alle impostazioni originali. Ricordiamoci però di rimettere la batteria prima di riaccendere il PC.
Su alcune schede madri (consultate sempre il manale per informarvi) è possibile compiere quest?operazione semplicemente modificando per qualche secondo la disposizione di un ponticello sulla motherboard.

Più grave è la situazione se la schermata nera si accompagna all?emissione di alcuni beep dallo speaker di sistema. Andiamo a vedere cosa significano.

Il beep code (codice dei beeps)

Per capire il significato dei beeps emessi dal nostro PC all'avvio consultate le seguenti tabelle. La prima si riferisce a BIOS AWARD, la seconda a BIOS AMI. Per sapere la marca del vostro BIOS consultare il manuale della vostra scheda madre.
Ricordate che queste codifiche valgono nel caso vi troviate davanti una schermata nera dato che se andasse tutto bene sentireste comunque un beep durante la fase di POST. Se invece sentite un unico beep ma non vedete nulla sullo schermo non preoccupatevi: molto probabilmente il vostro monito è staccato o non collegato correttamente alla scheda video.

AWARD BIOS


Numero di beeps
Problema
Soluzione
1 lungo
Errore nella memoria RAM Sostituisci il primo banco di RAM o ridisponi la memoria
Beeps continui
Errore nella scheda video o nella memoria RAM
1 lungo, 2 o 3corti
Errore con la scheda video Controlla che la scheda video sia ben inserita. Nel caso lo sia sostituiscila.


Relativamente ai BIOS AWARD ci potrebbero essere altre combinazioni di beeps comunque non documentate dalla casa produttrice ma spesso legate a problemi con la RAM.
AMI BIOS

Numero di beeps
Problema
Soluzione
1 corto
Errore nel timer di refreh della memoria Ridisponi la memoria RAM o sostituiscila con dei moduli funzionanti
e supportati
2 corti
Errore di parità nella memoria di base (primi 64Kb)
3 corti
Errore di lettura/scrittura nella memoria di base
4 corti
Timer della scheda madre non operativo Indica un problema serio del sistema. Vedi commento alla tabella.
5 corti
Errore del processore
6 corti
Errore con la tastiera
7 corti
Errore della CPU  
8 corti
Problema dell'adattatore video Se la scheda video è una scheda aggiuntiva inserirla opportunamente
o sostituirla. Se è una scheda integrata la scheda madre potrebbe
essere danneggiata.
9 corti
Errore nel bios Sostituisci il bios o la scheda madre
10 corti
Errore di lettura/ scrittura nella CMOS Indica un problema serio del sistema. Vedi commento alla tabella
11 corti
Test della memoria di cache fallito


Abbiamo indicato che nei casi beep compresi fra 4 e 6 o 9 e 11 siamo di fronte ad un probabile serio problema del sistema. Si tratta quindi di casi in cui, vuoi per la rottura o il danneggiamento di un qualche chip della scheda madre, siamo costretti a ricorrere alla sostituzione della nostra motherboard.

Abbiamo visto quali potrebbero essere le soluzioni ai problemi del vostro PC ma ricordate che, anche se la situazione sembra senza speranza di salvezza per la vostra scheda madre o la vostra CPU sarebbe meglio, prima di sostituire qualcosa, provare a togliere le varie schede aggiuntive (tranne la scheda video) e vedere se l?errore si ripresenta. Nel caso il PC a questo punto funzionasse dovete provare a reinstallare le schede una alla volta fin quando l?errore non si ripresenta indicandovi quindi la scheda difettosa.
Vediamo ora come aggiornare il BIOS.

Come aggiornare il BIOS

Prima di tutto bisogna dire che aggiornare il BIOS è un?operazione che comporta dei rischi. Infatti, a meno che la vostra scheda madre non disponga di misure di prevenzione particolari, la mancanza di corrente elettrica durante l'operazione di aggiornamento porterebbe al danneggiamento dei dati all?interno del BIOS cosa che comporterebbe quindi la necessità di una sua sostituzione. Contattate in questi casi il produttore della vostra scheda madre.
La domanda che sorge comunque spontanea è: perché aggiornare il BIOS? I motivi sono semplici: per migliorare o aggiungere il supporto a determinate periferiche o dispositivi, per ovviare a delle mancanze di stabilità del sistema, per aggiungere delle nuove opzioni, ecc.
Le operazioni per l'aggiornamento non richiedono particolari abilità, vediamole in sequenza:

  1. Prima di tutto dovete dotarvi dell?utility necessaria per "flashare" il BIOS e del file della ROM che volete installare.

  2. Successivamente create un disco floppy di avvio MS-DOS e copiate poi in questo disco l'utility e il file della ROM nella stessa cartella.

  3. A questo punto riavviate il PC, entrate nel BIOS e successivamente nella sezione ADVANCED CMOS SETUP nel Bios AMI o BIOS FEATURES SETUP in caso di BIOS AWARD. Verificate che sia abilitata l'opzione di scrittura su BIOS ( solitamente trovate FLASH ENABLE o FLASH WRITE ) Nel caso non lo sia provvedete di conseguenza.

  4. Bisogna impostare ancora qualche altro parametro: andate nella sezione ADVANCED CMOS SETUP (BIOS AMI) o BIOS FEATURES SETUP (BIOS AWARD) e impostate su DISABLED le opzioni EXTERNAL CACHE e CPU INTERNAL CACHE (potete trovare anche BIOS CACHEABLE). Questo per evitare di "flashare" la copia caricata in memoria.

  5. Ultimo passo nel BIOS: bisogna che impostiamo il sistema per un avvio da floppy disk. Per fare questo dobbiamo impostare di conseguenza l?opzione BOOT SEQUENCE all'interno del menù BIOS FEATURES SETUP (BIOS AWARD) o ADVANCED CMOS SETUP (BIOS AMI) di modo che la lettera "A" che indica il floppy sia il primo dispositivo.

    Nota: Sappiate che i nomi delle opzioni e dei menù possono variare, consultate il manuale della scheda madre per eventuali chiarimenti.

  6. A questo punto, dopo aver salvato i settaggi del BIOS , inserito il dischetto e riavviato il PC, dovete inserire i comandi per procedere all'aggiornamento. Eseguite da linea di comando l'utility di flash il cui nome potrebbe essere AMIFLASH, AFLASH, AWDFLASH o altro ancora.

  7. Vi verrà chiesto di inserire il nome del file contenente il nuovo BIOS; inserite il nome, completo di estensione, e premete INVIO. Seguite le istruzioni sullo schermo e, se tutto è andato bene, il sistema dovrebbe riavviarsi permettendovi quindi di settare il nuovo BIOS.
Segnaliamo comunque che al giorno d'oggi alcuni produttori di schede madri, ASUS in primis, hanno sviluppato dei software che permettono di aggiornare il BIOS direttamente da ambiente Windows semplicemente selezionando il file del nuovo BIOS tramite un' interfaccia grafica. Altri ancora hanno integrato l'utility direttamente sulla scheda madre di modo che, all'avvio, potete accedervi semplicemente premendo una data combinazione di tasti.